Petrolio: giornata nera, o profittevole?

Petrolio: giornata nera, o profittevole?

Petrolio: giornata nera, o profittevole?

Dopo la chiusura dei mercati ieri, l’American Petroleum Institute ha reso noto che le scorte USA sono scese di 840.000 barili nella settimana terminata il 14 aprile.

Nel report dell’API si leggeva inoltre che le scorte di benzina erano inaspettatamente salite di 1,4 milioni di barili, a differenza delle scorte di prodotti raffinati che erano scesi di 1,8 milioni di barili.

Questo è quello che un trader ‘fondamentale ‘deve fare, ricercare le notizie e prendere la decisione giusta. Ma come fare se già c’è un netto contrasto tra loro? Guardate un pò qua!

Questo è il calendario economico del 19 aprile. Il dato ufficiale (rosso) non si discosta tanto dal previsto (1.470M), ci sono stati dati ben più disastrosi di questo e non è successo nulla se non piccoli spostamenti. Guardate sotto come si è comportato il grafico del petrolio.

Sopra abbiamo un H1 e iniziamo dalla candela delle 16.00. C’è poco da spiegare, 210 pips persi in 5 ore, un’enormità in base al dato! Cos’è avvenuto?

Il numero degli impianti di trivellazione attivi negli Stati Uniti è salito per la tredicesima volta la settimana scorsa, e i trader del greggio sono concentrati sulla ripresa della produzione di petrolio da scisto USA, che a quanto pare sono ancora sulla scia di una ripresa che va avanti da 10 mesi.

Una commissione di ministri dei paesi OPEC e non-OPEC si incontrerà a fine aprile per discutere la possibilità di estendere o meno l’accordo oltre giugno, e questa sarà presa dal cartello del greggio il 25 maggio. Ma è distante come data per una reazione del genere!

Allora cos’è successo? Perchè questa reazione spropositata? Pensate che sia stato il mercato degli speculatori normali e degli investitori?

Certamente che no! C’è stato l’intervento degli Smart money che hanno semplicemente approfittato di mezza notizia negativa per buttare giù il mercato, e poi, magari, farlo risalire, questo si vedrà. Quindi direte: il trader fondamentale, vista la notizia, ci ha azzeccato? Sì e no. Sì, perchè avrà visto già la candela della 16.00 che cominciava in rosso, ma psicologicamente chi gli dava la sicurezza che doveva continuare così, con questa forza? Nessuno! E siccome sappiamo che, con il buon senso e con le notizie in genere, ci dobbiamo muovere molto, ma molto cauti perchè molto spesso abbiamo una reazione contrarian, almeno nell’immediato per intrappolare i traders, allora chi poteva dirci con certezza la continuazione di questo movimento? Certamente l’analisi grafica e lo studio dei movimenti e dei comportamenti dei markets movers di fronte a condizioni come queste. Uno studio che facciamo costantemente in tutti i timeframe applicabile su tutti i mercati.

Trading Bull Club

Petrolio: giornata nera o profittevole?